(11) Nuove forme di rigenerazione urbana tra pratiche e politiche: superare barriere, costruire barriere

Coordinatori:

Raffaella Coletti – Università di Roma La Sapienza | Chiara Rabbiosi – Università di Bologna


Nell’ampia definizione di politiche per la rigenerazione urbana sono sempre più spesso inclusi interventi di tipo “leggero” – spesso contrapposti a quelli dal forte impatto urbanistico – quali ad esempio iniziative di riattivazione di spazi pubblici rionali come i mercati, la promozione di quartieri poco celebrati dal branding di tipo tradizionale, la diffusione degli orti urbani in aree in stato di abbandono, l’incentivazione di forme di arte diffusa al di là dei più noti distretti creativi. In questo ambito, negli ultimi anni, accanto a politiche dirette realizzate su iniziativa e con finanziamenti pubblici, si sono diffuse politiche indirette, volte a valorizzare l’attivismo e l’auto-organizzazione dei cittadini. Queste politiche hanno anche consentito all’amministrazione pubblica di “esternalizzare” funzioni di gestione e rigenerazione dello spazio urbano a costi contenuti (o nulli).

Questa sessione si pone come ideale proseguimento di quella realizzata nell’edizione 2016 del convegno Oltre la globalizzazione, intitolata “Politiche per gli spazi marginali delle città tra radicamento e sradicamento”. In quella prima occasione è emersa la necessità di ripensare i significati stessi associati al termine di “rigenerazione urbana”, alla luce delle forme diversificate che i processi di rinnovamento dello spazio urbano stanno assumendo negli ultimi anni e delle relazioni che si instaurano tra politiche e pratiche che esse attivano. Se infatti in alcuni casi sono le politiche a sollecitare le seconde, emergono con forza anche esempi di pratiche slegate dalle politiche pubbliche, e a volte contrapposte a queste ultime. La sessione intende sollecitare contributi che proseguano questo dibattito alla luce del concetto di “barriera/barriere” coerentemente con il tema scelto per la giornata di studi.

In particolare, la sessione si propone di offrire uno spazio di dibattito stimolando interventi che contribuiscano a rispondere alle seguenti domande:

  • Quali sono le barriere che, esplicitamente o implicitamente, le politiche e le pratiche che attivano nuove forme di rigenerazione urbana attraverso interventi “leggeri” provano a rimuovere? Con quali risultati?
  • Quali barriere rischiano invece di attivarsi, ad esempio nel rapporto tra pratiche e politiche pubbliche?
  • Quanto le politiche e le pratiche di rigenerazione “leggera” delle città contribuiscono a ridefinire e rendere più fluida la dislocazione delle barriere urbane, ad esempio tra quartieri centrali e periferici o tra diversi contesti sociali?

Sono benvenute le proposte di paper sia di ordine teorico sia di ordine empirico in grado di rileggere analiticamente le tematiche proposte dalla sessione e dalla giornata di studio.


Contatti:

raffaella.coletti@uniroma1.it | chiara.rabbiosi@unibo.it

Annunci